Con Decreto n.3 del 24.06.2020, il Sindaco Girolamo Giaquinto, sentita la Conferenza dei Capogruppo, ha nominato i componenti della Commissione Pari Opportunità della Città di Montoro.

Oltre all’Assessore Antonietta Montanera, membro di diritto insieme allo stesso Sindaco, faranno parte per i prossimi tre anni e comunque fino alla nomina della nuova Commissione, Santoro Anna, De Maio Antonella, Penna Monica, Guariniello Virginia, Musto Valentina Domenica, Beccio Maria, Del Vecchio Marianna, Cipolletta Immacolata, Mirabile Antonietta, Luciano Daniela e Guarino Paola.

La commissione

  • promuove ed attua indagini e ricerche sui percorsi dell’identità di genere e sulla condizione delle donne nel territorio comunale;
  • opera per favorire l’accesso delle donne al mercato del lavoro e per incrementare le opportunità di formazione e di progressione delle donne stesse, in ottemperanza alle normative nazionali e comunitarie;
  • sviluppa e promuove interventi nel mondo della, in collaborazione con le istituzioni preposte, per rafforzare la soggettività femminile docente, per educare le nuove generazioni al riconoscimento e alla valorizzazione della differenza in genere, eliminando gli stereotipi sessisti presenti nella comunicazione scritta, orale e massmediale;
  • attraverso gli Uffici del Comune promuove iniziative che favoriscono la visibilità della cultura delle donne sia nel campo del sapere (storia, sociologia, filosofia, psicologia, pedagogia, medicina, etc.) sia nel campo del “saper fare” (professioni tradizionale e non tradizionali) imprenditoria, cinema, teatro, giornalismo, arte, scrittura etc.;
  • attraverso gli Uffici del Comune attua iniziative dirette a promuovere condizioni familiari di piena corresponsabilità della coppia che consenta alla donna di rendere compatibile l’esperienza familiare con l’impegno pubblico, sociale, professionale;
  • favorisce la costituzione di reti di relazione con l’associazionismo femminile a livello nazionale, ma anche a livello comunitario ed extracomunitario per rendere operante il diritto alla diversità nella comunanza di genere e per promuovere scambi di esperienze, di elaborazioni e di proposte;
  • attua interventi tesi a creare memoria storica dei progetti realizzati nel corso della consiliatura; promuove tutte le attività e la cultura finalizzata a garantire la parità di genere.